11 ottobre 2015- Gli alpeggi del silenzio

Un nutrito gruppo di escursionisti domenica mattina si è ritrovata alla partenza della gita che aveva un titolo suggestivo ed enigmatico: "gli alpeggi del silenzio".

Il tema era stato suggerito in una riunione dell'EST Monterosa, di cui il Cai di Gravellona fa parte, nell'ottobre dello scorso anno per far ricordare e, possibilmente, visitare, almeno un alpeggio abbandonato nel territorio di competenza; e sul nostro territorio di alpeggi abbandonati ce ne sono veramente tanti sia sul versante del monte Cerano che sul versante del Mottarone.

SDC10845Ma non c'è da stupirsi; dai primi dell'ottocento in poi gli spazi in montagna rappresentavano una fonte di reddito con terreni da coltivare quando era possibile e da sfruttare per il pascolo delle capre e delle mucche. Poi l'industrializzazione, col passare delle generazioni, ha fatto perdere importanza a quei scomodi luoghi ed oggi ne ritroviamo solo antiche testimonianze con i pascoli invasi nuovamente dal bosco e le case crollate.

Tale è tutt'oggi la situazione dell'alpe Colma a circa 900 mt sulle pendici del Mottarone sopra l'abitato di Granerolo. Ci sono i resti di insediamenti abitativi oggi del tutto in disuso e con il tetto crollato con il bosco che si sta riprendendo un pò alla volta quello spazio che con tanta fatica i nostri montanari hanno ricavato col sudore e la tenacia.

Ed a noi escursionisti non è rimasto altro che prendere atto della situazioneSDC10840   "accontentandoci" di contemplare dall'alto la piana del Toce e la valle del Cusio con il lago d'Orta a far capolino fra le piante ed il fogliame con splendidi colori autunnali.

 

Qui le foto della gita: 11 ottobre 2015 - gli alpeggi del silenzio - foto loris

MUSICA IN QUOTA 2018

musica in quota 2018
2011-2019  -  www.caigravellona.it  -  Sito sviluppato con tecnologia CMS Joomla!™